Stay Connected

Dove arrampicare in Liguria

Dove arrampicare in Liguria

Ce l’ho fatta!!!” ecco l’esclamazione soddisfatta di un bimbo che dopo aver scalato una pila di oggetti, le sedie o i mobili della cucina, è riuscito a raggiungere il suo obbiettivo. I bambini lo fanno ogni giorno istintivamente con ogni oggetto che si trovano davanti. Salire in alto, raggiungere la cima, rappresenta sempre una conquista,

Quello che cambia sono gli obbiettivi ma…arrampicare è un istinto naturale dell’uomo che ci porta a guardare sempre avanti, e spesso sempre più in alto…

Qui in Liguria di Ponente ci sono tantissimi luoghi dove arrampicare e dare quindi libero sfogo a questo istinto naturale…e proprio di questo vogliamo parlarvi oggi.

freeclimbing-in-liguria

I benefici del climbing

L’arrampicata è ormai uno sport sempre più popolare. Anche in Liguria, c’è un fiorire di pareti per arrampicata dotate di prese artificiali nei parchi giochi e nei centri commerciali, per non parlare delle numerose palestre di arrampicata indoor.

Arrampicare non è solo un’attività adrenalinica ma una vera fonte di benessere, è sano sia per il corpo che per la mente. In un mondo sempre più frenetico, dove viviamo spesso in uffici, soggetti a mille stimoli e sollecitazioni esterne, ecco un momento di evasione. Di disconnessione dalla vita di tutti i giorni.

Infatti, come scrive lo scalatore Benjamin Staffler su Mountainspirit : “L’aspetto affascinante dell’arrampicata è lo stretto contatto con la roccia con la quale passo dopo passo hai una relazione speciale”.

Perché arrampicare in Liguria?

Il piacere di scalare non è solo nella roccia verticale, ma anche nel paesaggio che lo circonda. Questo è uno dei motivi per cui la Liguria è considerata un vero paradiso per i climber

 

freeclimbing-in-italian-riviera

La buona esposizione e le ottime condizioni climatiche la rendono fruibile 365 giorni all’anno. La varietà di falesie offre opportunità per tutte le stagioni. Falesie più soleggiate nei mesi invernali, più riparate nelle giornate ventose…e naturalmente più in ombra nei periodi caldi

Dove arrampicare in Liguria di Ponente

Molte sono le aree di arrampicata nel ponente ligure, dalle più note a quelle relativamente più emergenti. Vediamo insieme quelle più vicine a noi:

IL FINALESE

Sicuramente l’area di arrampicata più famosa: qui splendide pareti di roccia calcarea partono dall’azzurro del mare offrendo un paesaggio mozzafiato. A Finale Ligure è possibile arrampicare in alcune falesie ubicate proprio sulla costa, dove si può provare il brivido di scalare con il mare sotto i piedi…

 

freeclimbing-a-finale-ligure

... Avete capito tutti…stiamo parlando di “Capo Noli”, una  delle mete più suggestive del finalese, con la sua barra calcarea lunga più di un chilometro e mezzo a picco sul mare.

La Pietra di Finale si estende per una superficie di circa 10 Kmq nell’entroterra di Finale Ligure. Quasi 200 falesie con più di 3000 vie con gradi di difficoltà differenti. Troviamo anche vari settori con vie di difficoltà medio-bassa, adatti ai principianti e allo svolgimento di corsi di arrampicata di ogni tipo.

Fra le più famose a livello internazionale: Monte Sordo, monte Cucco, Bric Scimarco, Rocca di Corno, Bastionata di Boragni, Rian Cornei, Rocca di Perti e molti altri.

klettern-in-Finale-ligure

Guide alpine, corsi di arrampicata e shop.

Numerosi sono i negozi specializzati a Finalborgo e Finale. Il centro storico di ritrovo dei climber è la piazzetta di Finalborgo, sede del Bar Centrale e del climbing shop “Rockstore” che è anche centro informativo. Le guide alpine della climbing school Blu Mountain (www.bluemountain.it) organizzano corsi di arrampicata per gruppi e uscite singole.

La nuova giuda “Finale 51” raggruppa tutte le info utili per arrampicare nella zona del Finalese.

arrampicata-a-capo-noli

Borgio Verezzi

Vicino a Finale, raggiungibili sia da Borgio che da Verezzi troviamo altre interessanti pareti rocciose con circa 300 metri di percorsi con grado di difficoltà compreso tra 4° e 6B. Alla base della falesia sono stati fissati due tabelloni, uno con indicazioni dettagliate e un disegno relativo alle vie di arrampicata, con lunghezza e grado di difficoltà, e uno posizionato all’ingresso della grotta denominata “Pozzo delle cento corde”, contenente il rilievo topografico della stessa.

Soleggiata tutto l’anno, questa falesia è adatta anche a principianti e famiglie. È un ideale sito invernale, mentre in estate è preferibile arrampicare nel pomeriggio.

Freeclimbing a Toirano e la val Varatella

L’area della Val Varatella che sovrasta il Comune di Toirano è caratterizzata da poderosi ammassi calcareo-dolomitici la cui erosione ha favorito la formazione di cavità naturali ed ha modellato la roccia creando falesie adatte ai vari stili d’arrampicata. Ci sono circa 500 itinerari che per difficoltà spaziano dal terzo grado all’8a+, con mono-tiri dai 6 ai 37 m, multi-tiri fino a 210 m di sviluppo e tracciati boulder su massi naturali.

arrampicare-in-liguria

Anche qui troviamo settori invernali soleggiati e riparati dal vento del nord come quelli della zona Grotte. Non mancano i settori lato Cava, perennemente in ombra, i immersi nel bosco o al bordo torrente, ideali da giugno a settembre, con molti itinerari medio facili

Trattandosi di un sito di arrampicata nuovo e per quanto le vie siano state accuratamente messe in sicurezza, si consiglia l’uso del casco.

Castelbianco e la Val Pennavaire

La Val Pennavaire si è rivelata essere un vero paradiso del free climbing! E soprattutto nuovo!

Valpennavaire roc

Oggi si colloca addirittura al terzo posto in Italia, dopo Arco e Finale Ligure, vantando più di 1.800 itinerari, in larga parte nuovi di zecca; e non ha ancora esaurito il suo potenziale.

Ogni stagione ha i suoi settori: in pieno inverno ci sono falesie come Red Up, Colosseo, Basura, Bauso Garda, Galera, Circo, Ippodromo e Belvedere dei nonni, in cui in giornate di sole si scala in maglietta mezze maniche.

In estate invece ci sono falesie come Erboristeria, Enoteca Cineplex Reunion Ciusa, Caffetteria, Astronave, Quartiere in cui si sta all’ombra tutto il giorno, talvolta rinfrescati da un bel venticello.

climbing in valpennavaire

Si scala su tutte le difficoltà, dal “no big”, ossia il livello facile, come alla Telematica, Enoteca, Tortuga, Belvedere dei nonni, alle difficoltà più elevate nel mondo (con gradi sul 8C e 9A), su tutti gli stili, dalle placche “old style”, ai grandi muri strapiombanti di continuità, che tanto piacciono alle nuove leve!

Per le famiglie con bambini ci sono molte falesie con brevi e facili avvicinamenti e base comoda come Telematica, Emisfero, Erboristeria Bassa, Reunion e molte altre…. La vicinanza con le località della costa consente poi di abbinare scalata a nuotata, soddisfacendo le esigenze di tutti.

 

climbing-in-valpennavaire

Tutte le info e i consigli sono raccolte in una nuova guida a cura dell’associazione Roc Pennavaire: “Val Pennavaire: guida all’arrampicata sportiva”

E se non vi piace la confusione ci sono anche i laghetti formati dal fiume Pennavaire!

(Ringraziamo per le immagini del presente articolo Francesca Montaldo, Elisabetta Caserini e l'associazione Roc Pennavaire)

 

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *

Newsletter

Non perdere tempo, alla newslettetr per avere sconti e offerte dedicate

Stay Connected

×

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie ) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .